article placeholder

Tricky – False Idols

Sarà la sbronza mediatica per il nuovo Daft Punk (il cui valore trovo assolutamente discutibile), sarà che lui non ha mai fatto nulla per mantenersi sulla cresta dell’onda negli ultimi tre lustri, ma Tricky...

Mark Lanegan & Duke Garwood – Black Pudding

Mark Lanegan è un alchimista sonoro. Trasmuterebbe in oro qualsiasi patacca di disco. Ha reso potabile persino la meno che mediocre Isobel Campbell, ed è già tutto dire. Non è una questione di funambolismo o ch...
article placeholder

John Grant – Pale Green Ghosts

Aria di cambiamenti dalle parti di John Grant. Trasferitosi dalla natia America nelle fredde e fascinose terre d’Islanda, il baricentro della sua arte sonora s’è spostato verso l’electro-pop per questo nuov...
article placeholder

Clutch – Earth Rocker

Il perché i Clutch diano la merda al 98% dell’universo Roccherrolle planetario non è da rintracciarsi esclusivamente nella superlativa barba di Neil Fallon. Refrattari a qualsiasi moda mastica&sputa, no...
article placeholder

Kvelertak – Meir

Potevano i Kvelertak secernere un album più ignorante e rozzo dell’omonimo debutto? Potevano e l’hanno fatto, grazie all’Inferno. Ascella putrida e buzzurrume sono di casa dalle parti di questi bei signorin...
article placeholder

Kongh – Sole Creation

Non vorrei azzardare pronostici alla glande di fedele quadrupede domestico, ma il 2013 promette bene per le lerce orecchie di chi adora le chitarre grasse e possenti, ha la barba, la panza e bestemmia rutta...
article placeholder

Tomahawk – Oddfellows

Oh, quel fringuellino cinguettante di Mike Patton. Mezzo genio e mezzo impostore, il buon Micheluccio è il fulcro attorno cui ruota ogni avventura sonora che lo vede coinvolto. Il suo nome ha il potere di o...
article placeholder

Cult Of Luna – Vertikal

Vertikal ha il peso dei libri-mattone. Incute riverenza come quei parallelepipedi alti quattro dita la cui lettura è anticipata da un mese buono di meditazione sul da farsi. Poi ci si addentra e si resta in...
article placeholder

Amenra – Mass V

E' rimasto per quasi un mese in quell'angolino a prendere polvere e a subire l'azione delle intemperie e quando l'ho sottratto dall'impellente oblio era già troppo tardi: la top 5 del 2012 era già nelle gri...

Om – Advaitic Songs

Nel 2008, l'annuncio della dipartita di Chris Hakius spinse sopra la testa di Al Cisneros, altra e unica metà degli Om, nere nubi cariche di pessimi presagi. Il bassista, incassato il colpo, ha riassestato il p...

The Mars Volta – Noctourniquet

“Octahedron” è stato il punto più basso di una carriera in costante discesa. Partiti a razzo dopo la fine degli At The Drive-In con “De-loused In The Comatorium”, ancora oggi uno dei dischi più emozionanti degl...

Gang Gang Dance – Eye Contact

Coraggiosi come pochi, ai Gang Gang Dance tocca adesso raccogliere quanto seminato. Eye Contact porta a compimento il processo di mutazione pop che germinava in “Saint Dymphna”, opera pur sempre sfuggente. Non ...

Isis – Panopticon (2004)

Il Panopticon è un tipo di inserimento dei corpi nello spazio, di distribuzione degli individui gli uni in rapporto agli altri, di organizzazione gerarchica, di disposizione dei centri e dei canali di potere, d...