Blackberry Smoke – Holding All The Roses

Ci sono delle volte in cui ti viene voglia di vedere delle americanate. Ma non roba tipo “Independence Day” o “Armageddon”, il trionfo dei buoni sentimenti e dei cattivi sconfitti in mezzo a quattrocento gazili...

Pond – Man It Feels Like Space Again

Tutto ciò che è anche vagamente collegato ai Tame Impala, nel mondo post “Lonerism”, fa notizia. E quindi il sesto disco in studio dei Pond non può fare eccezione, dato che questi ultimi condividono con i primi...

Mark Ronson – Uptown Special

Mark Ronson è uno di quegli artisti che polarizza le opinioni. Già a chiamarlo artista fai incazzare il clan dei duri e puri, quelli che ascoltano solo alternative jazz-post-hip hop cantato da cori gregoriani e...

Bob Dylan – Shadows In The Night

Ogni volta, la stessa maledetta storia. Tutti sono sorpresi dalle scelte di Bobby. «Is Bob Dylan trolling us?» chiede qualcuno, insultando la propria intelligenza, i propri lettori, Bob Dylan, Frank Sinatra, il...

D’Angelo And The Vanguard – Black Messiah

Quattordici anni ti abbiamo aspettato. Quattordici, come quelli di un bambino che può andare finalmente dai genitori a reclamare lo scooter. Ero uno strafottutissimo moccioso quando Michael Eugene Archer, noto ...

Bruce Springsteen – High Hopes

Si possono dire tante cose di Bruce Springsteen: ad esempio, si può dire che ha perso l’ispirazione da almeno un decennio. Si può dire, ancora, che è diventato terribilmente retorico e pure un pochettino populi...

Melvins – Tres Cabrones

C’era un tempo in cui la macchina da guerra conosciuta con il nome di Melvins non prevedeva quel Dale Crover che oggi siede nell’Olimpo dei batteristi, amato e rispettato, quasi venerato (e con buona ragione). ...