Leonard Cohen: 50 anni di Songs Of Leonard Cohen

Quando nel 1967 fa il suo debutto, Leonard Cohen ha già 33 anni, età insolita (leggasi: tarda) per l’esordio discografico di un artista che godeva ormai di una certa popolarità come poeta e scrittore, con all’attivo svariate pubblicazioni. Songs Of Leonard Cohen, peraltro, uscì agli sgoccioli di una delle annate più significative della storia del rock, ponendosi in evidente antitesi con le tematiche trattate da già blasonati colleghi come Bob Dylan, inevitabilmente attratti dal fermento dello scenario politico del periodo. Quello di Cohen è folk, è vero, ma come non lo faceva nessuno, quantomeno negli Stati Uniti (i riferimenti sono di certo più europei), le sue lyrics sono scurissime, non toccano temi universali ma si concentrano sui singoli individui e sulle loro piaghe: la religione, la sconfitta, la solitudine, la paura, l’amore malato, la follia, spiattellate con un piglio intimista che le rende al tempo stesso meno dure ma anche incredibilmente penetranti. Il successo del disco non fu immediato, proprio per il differente contesto in cui il songwriter canadese andò a inserirsi, ma è cresciuto con gli anni attestandosi come la pietra angolare di moltissime esperienze venute dopo (su tutte quella di Nick Cave, che non ha mai fatto mistero di aver tratto ispirazione da Cohen).

DATA D’USCITA: 27 Dicembre 1967
ETICHETTA: Columbia