Home NEWS CONCERTI Get Well Soon a Settembre in Italia

Get Well Soon a Settembre in Italia

Comcerto presenta:

GET WELL SOON

Il grande ritorno di Konstantin Gropper e il suo progetto Get Well Soon. Presenta il terzo nuovo album ‘The Scarlet Beast O’Seven Heads’ in uscita il prossimo 27 Agosto per CitySlang.

Gropper e i suoi saranno in tour in autunno con i loro impressionanti live show in tutta Europa e toccheranno anche l’Italia:

Sabato 8 Settembre
Milano – Teatro dell’Arte
“MiTo Settembre Musica”
Via Alemagna, 6 20121 Milano
Inizio concerto ore 21:30
Biglietto posto unico numerato: 13,00 euro + d.p.
Biglietto posto in piedi: 15,00 euro + d.p.
Prevendite: 
www.vivaticket.it – www.mitosettembremusica.it

L’avventura di GWS è cominciata 5 o 6 anni fa con l’acclamato album di debutto ‘Rest Now, Weary Head?’, che pubblico e critica gradirono molto, la rivista inglese NME lo definì “il piccolo genio tedesco”. Mentre era in tour e al tempo stesso componeva la colonna sonora per l’ultimo film di Wim Wenders, Konstantin ha creato il suo più complesso e classico album ‘Vexations’ottenendo sempre più attenzione in Europa. Dopo un anno e mezzo di pausa Konstantin, alias Get Well Soon, e la sua band tornano, giusto prima della fine del mondo, con ‘The Scarlet Beast O’ Seven Heads’. Un album cinematografico: questa volta le influenze maggiori sono state le colonne sonore anni ’70, da Wendy Carlos e i film italiani, alla Disney e all’opera di Stanley Kubrick. Uscirà il prossimo 27 Agosto, scritto e compost da K. Gropper, prodotto e mixato da M. Wuest, masterizzato da Frank Arkwright ad Abbey Road. La storia di questo disco suona quasi come una trama di Sam Pekinpah. Un uomo di grande talento e di successo della giovane metropoli di Berlino si ritrova di nuovo nella piccola Mannheim, chiudendosi in solitudine e riflettendo su ciò che sa fare meglio: comporre e produrre musica. Il risultato è uno degli album pop più sofisticati dell’anno. Questo terzo album rimpiazza la viola con il mandolino, il vibrafono con synth anni ’70, la tromba col trombone, con un pizzico di ironia in più. Ad ogni modo, smbra essere considerato il miglior album dei Get Well Soon.