Chris Cornell – S/T

C’è una dichiarazione, piuttosto esplicativa, che Kim Thayil ha rilasciato una paio di settimane fa a Rolling Stone per spiegare l’obiettivo di una raccolta come questa di cui ci troviamo a parlare: “The main thing is to represent his versatility”. E in effetti con Chris Cornell sparato in cuffia per una manciata d’ore non si può non rendersi conto di quanto il compianto frontman dei Soundgarden abbia fatto nella sua ultra trentennale carriera.

È chiaro come Thayil si riferisse tanto al seminale percorso con la band di una vita quanto (e forse soprattutto) a ciò che Cornell ha fatto al di fuori della formazione madre. Perché se con i Temple Of The Dog ha scritto una delle pagine più profonde dell’alternative nineties, con gli Audioslave ha dato voce a una bomba di supergruppo mentre da solista ha scandagliato ogni possibilità, dal classico songwriting acustica e voce all’elettronica di Timbaland, passando per una significativa quantità di cover che hanno contribuito a delinearne il profilo artistico.

Quello tracciato da questa omonima raccolta postuma non poteva essere per ovvie ragioni un percorso perfetto, vista l’innegabile difficoltà di non scontentare nessuno andando a pescare nella mole di materiale inciso da Cornell negli anni, ma è comunque un ottimo e trasversale affresco della sua produzione, affrontata cronologicamente in modo da godersi passo dopo passo l’evoluzione di quella che all’indomani della sua scomparsa è stata ribattezzata a giusto titolo “voce della nostra generazione”.

L’edizione più interessante di questa legacy è ovviamente la deluxe, quattro dischi pieni zeppi di musica che vanno dai primordi dei Soundgarden con Hunted Down all’unico vero inedito di questa raccolta, When Bad Does Good, recuperato dagli archivi di Cornell. Nel mezzo, le chicche sono chiaramente gli episodi meno commercializzati: Seasons, dalla soundtrack di “Singles”; Hey Baby, cover di Jimi Hendrix realizzata per un tributo al chitarrista dai M.A.C.C. (McCready, Ament, Cameron, Cornell); una manciata di altri brani inseriti in diverse colonne sonore.

Come si diceva poco sopra, le cover si ritagliano uno spazio importante, così come le versioni live: tra le prime evidenziamo in modo particolare Nothing Compares 2 U di Prince, fatta propria in modo sublime da Cornell, poi One degli U2 (con un testo alternativo) e Redemption Song di Bob Marley eseguita insieme alla figlia Toni. Per le testimonianze dal vivo, invece, segnaliamo su tutte Show Me How To Live, dalla registrazione del concerto tenuto dagli Audioslave a Cuba nel 2005, prima band americana a esibirsi sull’isola caraibica.

Poteva essere ancora più a fuoco questa raccolta? Probabilmente sì, ciascuno di noi magari avrebbe scelto di non dimenticare “Beyond The Wheel”, “Fell On Black Days” e “Pushin’ Forward Back” o, al contrario, di soprassedere sul passo falso “Scream” (2009). La sostanza, però, è che si tratta di una lunga e ben calibrata tracklist che non tralascia alcuno dei passaggi della vita artistica di Chris Cornell, sottolineandone la versatilità proprio come spiegato dall’amico Kim Thayil e acuendo il dolore per una perdita incolmabile.

(2018, UMG)

CD 1
01 Hunted Down (Soundgarden)
02 Kingdom Of Come (Soundgarden)
03 Flower (Soundgarden)
04 All Your Lies (Soundgarden)
05 Loud Love (Soundgarden)
06 Hands All Over (Soundgarden)
07 Say Hello 2 Heaven (Temple Of The Dog)
08 Hunger Strike (Temple Of The Dog)
09 Outshined (Soundgarden)
10 Rusty Cage (Soundgarden)
11 Seasons
12 Hey Baby (Land Of The New Rising Sun) (M.A.C.C.)
13 Black Hole Sun (Soundgarden)
14 Spoonman (Soundgarden)
15 Dusty (Soundgarden)
16 Burden In My Hand (Soundgarden)

CD 2
01 Sunshower
02 Sweet Euphoria
03 Can’t Change Me
04 Like A Stone (Audioslave)
05 Cochise (Audioslave)
06 Be Yourself (Audioslave)
07 Doesn’t Remind Me (Audioslave)
08 Revelations (Audioslave)
09 Shape Of Things To Come (Audioslave)
10 You Know My Name
11 Billie Jean
12 Long Gone (Rock Version)
13 Scream
14 Part Of Me (Steve Aoki Remix)
15 Ave Maria + Intro (with Eleven)

CD 3
01 Promise (Slash featuring Chris Cornell)
02 Whole Lotta Love (Santana featuring Chris Cornell)
03 Call Me A Dog (Live Acoustic)
04 Imagine (Live Acoustic)
05 I Am The Highway (Live Acoustic)
06 The Keeper
07 Been Away Too Long (Soundgarden)
08 Live To Rise (Soundgarden)
09 Lies (Gabin with Chris Cornell & Ace)
10 Misery Chain (with Joy Williams)
11 Storm (Soundgarden)
12 Nearly Forgot My Broken Heart
13 Only These Words
14 Our Time In The Universe
15 ’Til The Sun Comes Back Around
16 Stay With Me Baby
17 The Promise
18 When Bad Does Good

CD 4
01 Into The Void (Sealth) (Live at the Paramount) (Soundgarden)
02 Mind Riot (Live at the Paramount) (Soundgarden)
03 Nothing To Say (Live in Seattle) (Soundgarden)
04 Jesus Christ Pose (Live in Oakland) (Soundgarden)
05 Show Me How To Live (Live in Cuba) (Audioslave)
06 Wide Awake (Live in Sweden)
07 All Night Thing (Live in Sweden)
08 Nothing Compares 2 U (Live at SiriusXM)
09 One (Live at Beacon Theatre)
10 Reach Down (Live at the Paramount) (Temple Of The Dog)
11 Stargazer (Live at the Paramount) (Temple Of The Dog)
12 Wild World (Live at Pantages Theatre) (Yusuf/Cat Stevens with Chris Cornell)
13 A Day In The Life (Live at the Royal Albert Hall)
14 Redemption Song (Live at Beacon Theatre) (with Toni Cornell)
15 Thank You (Live in Sweden)

IN BREVE: 4/5