Dade City Days – VHS

vhs

L’esordio sulla lunga distanza del trio bolognese, catalogabile per comodità sotto la voce shoegaze (Jukai ne è manifesto), mostra la voglia della band di discostarsi dai riferimenti classici per calcare la propria impronta. In due modi: innanzitutto con i testi in italiano, che a dirla tutta non sempre suonano benissimo (vedi Polaroid, brano di scuola Jesus And Mary Chain), e poi con la mistione del genere operata a colpi electro (Preghiere & Decibel, la title track) e dark wave (Fernweh, Benzedrina), che rendono l’album molto più di un revival inutile e fine a se stesso.

(2016, Swiss Dark Nights)

01 Jukai
02 Siderofobia
03 Luna Park
04 Fernweh
05 Preghiere & Decibel
06 Polaroid
07 Slow motion
08 Dade City Days
09 Lurex
10 Benzedrina

IN BREVE: 3,5/5