Michelle Branch – Hopeless Romantic

Molti la ricorderanno vincitrice di un Grammy in coppia con Santana per “The Game Of Love”, ma Michelle Branch ha fatto anche un po’ d’altro, da solista quanto col progetto The Wreckers. A 14 anni da “Hotel Paper” (2003) e a 7 dall’EP “Everything Comes And Goes” (2010), rieccola con il suo terzo lavoro Hopeless Romantic, che non lascia nulla all’immaginazione già a partire dal titolo: quello della Branch è il consueto pop sentimentale mascherato con percussioni e chitarre di plastica che ne accentuano la strabordante dolcezza. Il disco suona un po’ vecchiotto, dalle parti della Sheryl Crow più melliflua o di Natalie Imbruglia, a volte punta su atmosfere à la Lana Del Rey (vedi la title track) ma senza mai uscire dalla comfort zone preselezionata. Forse un po’ lungo, adatto a chi cerca un sottofondo per un picnic romantico.

(2017, Verve)

01 Best You Ever
02 You’re Good
03 Fault Line
04 Heartbreak Now
05 Hopeless Romantic
06 Living A Lie
07 Knock Yourself Out
08 Temporary Feeling
09 Carry Me Home
10 Not A Love Song
11 Last Night
12 Bad Side
13 Shallow
14 City

IN BREVE: 3/5