Rosalía – El Mal Querer

Rosalía è cresciuta. Moltissimo, dall’esordio dello scorso anno appena, orientato su un flamenco più tradizionale a dispetto dell’immagine della Nostra – una specie di versione catalana della più spericolata Beyoncé. Bene: El Mal Querer va esattamente in quest’ultima direzione, definendo una transizione unica nel suo genere che detta, in maniera più o meno definitiva, la linea guida sulla quale proseguirà l’ex ragazza della provincia di Barcellona.

Il carattere è forte e si mette subito in mostra col singolo Malamente, probabilmente il brano più smaccatamente radiofonico dell’opera. Se Que no salga la Luna e Pienso en tu mirá rappresentano un’ottima mediazione tra passato e futuro, col loro spirito tenue e sognante, i roboanti motori campionati di De aquí no sales ripristinano il livello di tamarraggine (benigna) su stadi non indifferenti. Riniego, per smentire subito l’andando, fa del classico il suo principio fondante, poggiando la propria struttura su archi espressivi e pungenti prima di cedere all’intermezzo Preso, sussurro e chitarra.

Ed eccole di nuovo, le montagne russe: Bagdad strizza l’occhio a un r’n’b iperprodotto con la solita grazia che contraddistingue l’indole sonora dell’LP, regalando una canzone bellissima che apre la scena al momento forse maggiormente riuscito in generale. Di qui alla fine, infatti, i cambi di direzione sono già insiti nei singoli episodi, che forniscono una versione definitiva di questa strana ma potentissima mistione, che giunge dunque a compimento dopo una battaglia senza esclusione di colpi – come nel migliore schema drammaturgico.

Saggia e sfrontata, vecchia e nuova, delicata e possente, Rosalía è il nome forte di un pop al contempo europeo e internazionale, locale e globale, vetusto e futurista. Difficile possa essere ignorata dalle masse – difficile anche possa essere adorata. Ma nessuno potrà fare a meno di ascoltarla. Nessuno che, s’intende, voglia essere aggiornato su come il mondo, non solo della musica, stia mutando forma assai rapidamente.

(2018, Sony)

01 Malamente – Cap.1: Augurio
02 Que no salga la Luna – Cap.2: Boda
03 Pienso en tu mirá – Cap.3: Celos
04 De aquí no sales – Cap.4: Disputa
05 Reniego – Cap.5: Lamento
06 Preso – Cap.6: Clausura
07 Bagdag – Cap.7: Liturgia
08 Di mi nombre – Cap.8: Éxtasis
09 Nana – Cap.9: Conceptión
10 Maldición – Cap.10: Cordura
11 A ningún hombre – Cap.11: Poder

IN BREVE: 3,5/5