Susanne Sundfør – Music For People In Trouble

Incredibile Susanne. Incredibile per le direzioni prese nell’arco della sua carriera, incredibile perché forse, con questo Music For People In Touble, è riuscita addirittura a superarsi. Come? La risposta è: less is more.

Ridotti quasi all’osso gli arrangiamenti per permettere alla sua magnifica, eterea voce di essere assoluta e quasi unica protagonista, la Sundfør apre i cancelli del proprio paradiso con la nenia per chitarra Mantra, uno di quei classici istantanei per vari motivi. Perché ricalcano, in maniera quasi pedissequa, altre canzoni assai simili della tradizione folk; e perché, pur sguazzando nell’essenzialità, funzionano alla perfezione oggi come faranno sempre nei secoli dei secoli. Reincarnation dà un’accelerata al canovaccio di cui sopra, con una struttura leggermente più complessa e una velocità maggiore di esecuzione, mentre Good Luck Bad Luck punta all’attenzione immediata dell’ascoltatore con un efficace saliscendi che ben si adagia su un delicato pianoforte – prima di giungere a un’azzeccatissima coda jazz.

La cantautrice norvegese sa scrivere canzoni, c’è poco da fare. Basta ascoltare Bedtime Story e Undercover, preludi ai due conclusivi capolavori del lotto: la vertiginosa Golden Age, d’ispirazione quasi Julia Holter-iana (ma sarebbe riduttivo), in cui le doti canore di Susanne sono messe splendidamente più a dura prova – e infine l’oscura Mountaineers, con la speciale partecipazione di John Grant.

Non è un caso se “Music For People In Trouble”, come d’altronde il suo diversissimo predecessore “Ten Love Songs” (2015), figura già in parecchie classifiche di fine anno. È l’opera forse più intima e matura di un’artista che si sarebbe potuta adagiare sulla notorietà raggiunta e invece ha cambiato, certo momentaneamente, la rotta in modo netto ed estremamente positivo. Segno di un certo carattere. Come se già non l’avesse mostrato abbastanza. Ma in fondo, “abbastanza”: che cosa significa mai?

(2017, Bella Union)

01 Mantra
02 Reincarnation
03 Good Luck Bad Luck
04 The Sound Of War
05 Music For People In Trouble
06 Bedtime Story
07 Undercover
08 No One Believes In Love Anymore
09 The Golden Age
10 Mountaineers (feat. John Grant)

IN BREVE: 4/5