Home RECENSIONI EXPRESS Venus In Furs – Carnival

Venus In Furs – Carnival

carnival

Secondo album per i Venus In Furs, Carnival si inserisce a pieno titolo in quel crogiolo di rock, cantautorato e vene pop che negli ultimi anni pare andare per la maggiore nel nostro Paese. Tra tanti innegabili rimandi ai Verdena meno sperimentali (Vieri), altri al pop punkeggiante dei primi Tre Allegri Ragazzi Morti (Anita così non vale) e testi affatto banali (e già per questo alla band va un plauso), l’album è una bella sferzata di rock viscerale. La conclusiva e furba cover di Prisencolinensiainciusol di Adriano Celentano, poi, vale da sola l’intero disco.

(2016, Phonarchia)

01 Datemi fuoco
02 Dammi tempo
03 Vieri
04 Battle
05 Nazisti
06 Anita così non vale
07 Semplifica
08 Ogni maledetta domenica
09 Giulio
10 San Valentino
11 Prisencolinensinainciusol

IN BREVE: 3/5

Emanuele Brunetto
Avvocato mancato, giornalista, programmatore musicale in radio ma soprattutto divoratore compulsivo di musica, presenzialista convinto ai concerti e collezionista incallito di CD e vinili. Fondatore e direttore responsabile de Il Cibicida.