Home RECENSIONI Pagina 154

RECENSIONI

Whisper Room – Birch White

Al cospetto di Birch White ci si sente come dei naufraghi sbattuti dalle spume e dalle onde di mari psichici di infinita vastità. Liquido ed...

Morrissey – Years Of Refusal

E' pazzesco come Steven Morrissey - grazie a quella voce che si ritrova, un po’ indolente, un po’ livida, ammaccata, tristissima, sofferente, ma dotata...

A Camp – Colonia

I Cardigans sono (stati?) una pop-band di tutto rispetto, hanno prodotto un pugno di singoli ben piazzati nelle varie classifiche, hanno presenziato alle soundtrack...

Barzin – Notes To An Absent Lover

Barzin Hosseini non è Leonard Cohen, pur condividendone i natali canadesi. Non è Jeff Buckley, troppi pochi gli acuti per giustificare una somiglianza basata...

Dälek – Gutter Tactics

Ci sarà pure un motivo se gli artisti che fanno hip hop non vanno poi molto d'accordo coi rocker. Diversa concezione dello strumento/arte musica,...

Telefon Tel Aviv – Immolate Yourself

A volte non sono necessari chissà quanti album per meritarsi la palma di alfieri di un intero movimento, o per rappresentare al meglio una...

Zu – Carboniferous

Il manifesto oltranzista degli Zu si sta trasformando in un ben delineato crogiolo dove convergono molte delle pulsioni artistiche più vivaci del panorama alternativo...

John Frusciante – The Empyrean

Sarebbe da afferrarlo per le braccia, strattonarlo e sbatterlo sul muro. Sarebbe da tenerlo per il bavero della giacca e gracchiargli addosso un secco:...

Franz Ferdinand – Tonight: Franz Ferdinand

Che non si dica che non eravamo stati avvisati. Perché, già in tempi non sospetti (ovvero a metà 2008), il vocalist Alex Kapranos aveva...

Steven Wilson – Insurgentes

Arriva anche per Steven Wilson il momento della prima opera da solista. Mastermind dei sempre eccelsi Porcupine Tree ed impelagato in diversi altri progetti...

Bruce Springsteen – Working On A Dream

Il sogno di Bruce Springsteen s’è realizzato con l’elezione di Barak Obama a presidente degli Stati Uniti. Un obiettivo che per il Boss voleva...

Bon Iver – Blood Bank

A parere praticamente unanime, “For Emma, Forever Ago” è stato battezzato come uno degli album più affascinanti dell’intero 2008. Sentito, sofferto ed evocativo, l’esordio...

Tim Hecker – An Imaginary Country

La nazione immaginaria che Tim Hecker si fa carico descrivere non sta certo su questa terra, bensì abita un'altra dimensione che va oltre i...

Fun Years – Baby, It’s Cold Inside

Quanto è arcano il mondo suonato dai The Fun Years? Quanto si va lontano a bordo della macchina del tempo di questo duo di...
21,574FansMi piace
2,280FollowerSegui
1,187FollowerSegui
52IscrittiIscriviti