Home RECENSIONI ITALIA Colombre – Corallo

Colombre – Corallo

Colombre è il nome d’arte di Giovanni Imparato. Dopo la sua esperienza con i Chewingum, intorno al 2016 decide di dar vita al processo creativo del suo progetto solista. Nel 2017 pubblica “Pulviscolo”, che viene accolto in maniera molto positiva da pubblico e critica e si aggiudica la candidatura al Premio Tenco come opera prima. A distanza di tre anni arriva la sua seconda fatica: Corallo, fuori per Bomba Dischi. Il disco è prodotto dallo stesso Colombre insieme a Fabio Grande (I Quartieri) e Pietro Paroletti (già membro del team Colombre in quanto tastierista), con la partecipazione di Fabio Rondanini (Afterhours, Calibro 35, I Hate My Village) alla batteria e la presenza di Maria Antonietta come co-autrice di alcuni dei testi. 

“Corallo” consacra ancora una volta la validità artistica dell’autore e rivela una maturità nella struttura compositiva e di ricerca nei suoni. Si presenta per certi versi più raffinato, dalle sfaccettature più pop (come è evidente nel singolo che ha anticipato l’uscita del disco, Per un secondo) rispetto al precedente per quanto riguarda l’aspetto degli arrangiamenti, pur mantenendo gli elementi leggermente cinici e ironici che contraddistinguono l’album di debutto.

Tra i momenti salienti dell’album troviamo il groove movente del basso in Terrore, la coda strumentale di Mille e una notte, che sfocia non in maniera del tutto diretta in Arcobaleno, brano più affine – liricamente parlando – al debutto dell’artista (così come il singolo Non ti prendo la mano). L’album si chiude con il brano Anche tu cambierai, che con i cori e il sound evoca delle atmosfere gospel che marcano ancora di più l’attenzione per i suoni e la maturità dell’artista. 

Gli arrangiamenti del disco, fatti di archi e piani elettrici, rimandano al periodo beatlesiano di “Sgt. Peppers”. Con la durata di poco più di mezz’ora, “Corallo” riesce a portare fuori i rapporti interpersonali dell’animo umano attraverso un pugno fatto di piume che va dritto a colpire lo stomaco. Colombre riesce a convincere ancora una volta: dopo l’ottimo debutto non delude le aspettative e si conferma come fiore all’occhiello della scena alt pop italiana.

(2020, Bomba Dischi)

01 Corallo
02 Non ti prendo la mano
03 Terrore
04 Crudele
05 Per un secondo
06 Mille e una notte
07 Arcobaleno
08 Anche tu cambierai

IN BREVE: 3,5/5

Roberto Anelli
Studente di musica al DAMS di Bologna. Scoprire nuova musica è il mio hobby preferito da quando ho memoria. Ringrazio i Sex Pistols per questo.