Superorganism – S/T

La torrida estate del 2017 stava giungendo ormai verso la fine quando, tra residui di beceri tormentoni nazionalpopolari, brani dance in napoletano e amenità varie, emergeva dalle frequenze delle radio italiane e dalla colonna sonora del videogioco FIFA 18 un brano pop sghembo e ipnotico, con un irresistibile stop and go che rendeva il ritornello ancora più esplosivo.

Quella canzone, così fresca nella sua stranezza, era Something For Your M.I.N.D., proposta sonora di un collettivo di giovanissimi e colorati hipster con base in Inghilterra. Con l’atteso debutto discografico su Domino Records, sappiamo qualcosa di più su questi benedetti Superorganism: il Regno Unito è solo un luogo comune in cui vivere insieme, perché gli otto musicisti (alcuni ancora minorenni!) provengono da diverse parti del mondo, tra cui Corea del Nord, Nuova Zelanda, Stati Uniti e Australia. Un perfetto esempio di collaborazione artistica nata inizialmente a chilometri di distanza a suon di chiamate su Skype, link di YouTube e meme, cosa un tempo impensabile.

Le premesse, insomma, c’erano tutte per un primo album coraggioso e moderno, ma giunti alla fine della mezz’ora di ascolto di Superorganism non rimane granché in testa se non quella Something For Your M.I.N.D. che tanto aveva fatto ben sperare. Sembra di essere davanti a uno di quei casi in cui l’hype tossica dei siti internet a tema musicale ha purtroppo gonfiato oltremodo le aspettative, come quasi sempre succede, o semplicemente di un esempio palese di squilibrio tra il singolo estratto dall’album e il resto della tracklist.

Non stiamo parlando di un brutto album, ma ci si aspettava qualcosa di più di canzoni “semplicemente” orecchiabili come Everybody Wants To Be Famous o Relax. No, mischiare campioni di clacson, registratori di cassa, synth stonati e chitarre à la Pavement non si chiama (più) futuro. Per chi sperava in un nuovo fenomeno di pop straniante e fuori dai canoni, si consiglia caldamente di tornare a rifugiarsi nei dischi della PC Music e nel nuovo EP dei Kero Kero Bonito.

(2018, Domino)

01 It’s All Good
02 Everybody Wants To Be Famous
03 Nobody Cares
04 Reflections On The Screen
05 Sprorgnsm
06 Something For Your M.I.N.D.
07 Nai’s March
08 The Prawn Song
09 Relax
10 Night Time

IN BREVE: 2,5/5