Home EXTRA ANNIVERSARI R.E.M.: 30 anni di Document

R.E.M.: 30 anni di Document

La storia degli R.E.M. dal 1988 in poi è una storia costellata di successi commerciali, di arene e stadi riempiti fino all’ultimo posto disponibile, di contratti discografici milionari. Ma la storia degli R.E.M. era iniziata un bel po’ di anni prima, una college band che aveva spaccato il diaframma fra le feste universitarie e il professionismo. Il quinto album di quella band usciva nell’87, rappresentando al tempo stesso l’apice degli R.E.M. indipendenti e in generale del modo stesso di concepire quel tipo di dimensione. La I.R.S. Records che per prima aveva creduto nelle potenzialità di Michael Stipe e soci raccoglie finalmente con Document i risultati (anche economici) sperati per anni, subito prima lasciare spazio alle cure del colosso Warner. La band mette a punto la formula del pezzo rock trasversale, brani come It’s The End Of The World As We Know It (And I Feel Fine), Finest Worksong e The One I Love hanno fin da subito le sembianze dell’anthem ed è questo ciò che diventano in breve tempo e che rimarranno per l’intera carriera dei quattro. È l’affermazione definitiva degli R.E.M. come rock band.

DATA D’USCITA: 1 Settembre 1987
ETICHETTA: I.R.S.

Emanuele Brunetto
Avvocato mancato, giornalista, programmatore musicale in radio ma soprattutto divoratore compulsivo di musica, presenzialista convinto ai concerti e collezionista incallito di CD e vinili. Fondatore e direttore responsabile de Il Cibicida.