Home RECENSIONI Kelela – Hallucinogen EP

Kelela – Hallucinogen EP

hallucinogenA un passo dall’esordio sulla lunga distanza e con un convincente mixtape come “Cut 4 Me” alle spalle, ciò che si chiedeva all’americana Kelela era la conferma o meno del suo ruolo di antagonista primaria dell’inglese FKA Twigs nella corsa al trono di regina dell’electro-soul/r’n’b.

Così questo Hallucinogen, EP di sei tracce licenziato per Warp (in pratica una garanzia di qualità), accetta senza farsi pregare l’immaginario guanto di sfida lanciato da Tahlia Barnett, ribattendo colpo su colpo: a cominciare dalla produzione del venezuelano Arca (qui all’opera in A Message e nella title track, non a caso i due episodi più assimilabili ai lavori della Barnett), passando per l’estetica, i punti di contatto sono sensibili e avvicinano le proposte delle due senza però renderle sovrapponibili.

Ciò accade perché l’adesione di Kelela ai generi di riferimento è ben più spiccata di quella di Twigs: un brano come All The Way Down, ad esempio, è puro r’n’b nineties (vedere alla voce Aaliyah) ridefinito in chiave nuovo millennio, così come il pulsare di Rewind non ha nulla di alieno ma tanto di umano calore. Neanche i beat industriali che lanciano in orbita la conclusiva The High o gli effetti sulla voce di Gomenasai riescono a cambiare le carte in tavola, perché nella sostanza si ritorna sempre su mood più classici.

Probabilmente alla losangelina manca ancora qualcosa in termini d’immagine, di presenza sul palco, di sperimentazione e perché no di hype, ma la strada è segnata e sarà un piacere vedere dove andrà a parare il talento di entrambe, a maggior ragione adesso che Kelela ha definitivamente spiccato il volo.

(2015, Warp / Cherry Coffee)

01 A Message
02 Gomenasai
03 Rewind
04 All The Way Down
05 Hallucinogen
06 The High

IN BREVE: 3,5/5

Avvocato mancato, giornalista, programmatore musicale in radio ma soprattutto divoratore compulsivo di musica, presenzialista convinto ai concerti e collezionista incallito di vinili, CD e musicassette. Fondatore e direttore responsabile de Il Cibicida.