Home RECENSIONI EXPRESS Merchandise – A Corpse Wired For Sound

Merchandise – A Corpse Wired For Sound

acorpsewiredforsound

Immersi fin dagli esordi in quel revivalistico calderone new wave/post punk in cui affogano in tanti, i Merchandise con A Corpse Wired For Sound ampliano un tantino il proprio raggio d’azione in favore di un sound meno dark e volutamente più catchy. Pur rimanendo intatte le tonalità di riferimento, stavolta i sempreverdi Joy Division lasciano spazio alla vena più pop di Smiths e Depeche Mode, con tanto di richiami agli U2 eighties nell’uso dei synth (caso emblematico è Shadow Of The Truth). L’alleggerimento del sound degli americani è evidente, gli input sparsi qua e là sono molto più variegati che in passato e c’è uno sguardo attento a platee ben più grandi di quelle avute finora. Buon disco di passaggio.

(2016, 4AD)

01 Flower Of Sex
02 Crystal Cage
03 Right Back To The Start
04 End Of The Week
05 Lonesome Sound
06 Shadow Of The Truth
07 Silence
08 I Will Not Sleep Here
09 My Dream Is Yours

IN BREVE: 3,5/5

Avvocato mancato, giornalista, programmatore musicale in radio ma soprattutto divoratore compulsivo di musica, presenzialista convinto ai concerti e collezionista incallito di vinili, CD e musicassette. Fondatore e direttore responsabile de Il Cibicida.