Home RECENSIONI Mourn – Ha, Ha, He.

Mourn – Ha, Ha, He.

hahaheComplice un’età ancora verdissima (una media interna alla band di neanche vent’anni), i catalani Mourn arrivano al secondo lavoro sulla lunga distanza facendo quella che era, in questo preciso momento della loro carriera, la scelta migliore possibile: rimanere fermamente ancorati al sound dell’omonimo esordio, spostando solo microscopicamente la traiettoria.

Se l’album del 2014 (riedito a inizio 2015 sempre per Captured Tracks) erano ventitré minuti di lapalissiani riferimenti nineties, con Ha, Ha, He. la sostanza non cambia affatto, i minuti diventano ventisei (ma con una traccia in più, dodici anziché undici) e il girovagare degli spagnoli nel marasma alternative dei ’90 si incrosta ancora di più. Niente di nuovo, fra tanto carattere riot grrrl (Howard) che richiama prepotentemente Sleater-Kinney e compagnia bella e puntate al versante più punk del grunge sempre piuttosto spiccate.

La mezza novità, l’elemento che lascia intravedere margini di crescita e maturazione, sta in quei tre, quattro brani in cui i Mourn dimostrano di saper anche rallentare i ritmi, annacquando le proprie chitarre e non puntando tutto sull’istinto, o di portare quegli stessi ritmi al limite: Storyteller, I Am A Chicken, Irrational Friend, si fanno forti di massicci ascolti ai Sonic Youth, prendendone le peculiarità più uniche che rare e provando a farle proprie. Obiettivo raggiunto, nei limiti di un confronto ovviamente impari.

La durata delle tracce è sempre brevissima, il che è un bene perché consente ai quattro di aggirare con furbizia un pericoloso “effetto ripetizione” che avrebbe potuto nuocere all’album, e anche il loro posizionamento all’interno della tracklist convince per alternanza. Revivalismo estremo, è chiaro, ma i Mourn sono tra i più febbrili esponenti della loro generazione.

(2016, Captured Tracks)

01 Flee
02 Evil Dead
03 Brother Brother
04 Howard
05 The Unexpected
06 Storyteller
07 Gertrudis, Get Through This!
08 President Bullshit
09 I Am A Chicken
10 Second Sage
11 Irrational Friend
12 Fry Me

IN BREVE: 3/5

Avvocato mancato, giornalista, programmatore musicale in radio ma soprattutto divoratore compulsivo di musica, presenzialista convinto ai concerti e collezionista incallito di vinili, CD e musicassette. Fondatore e direttore responsabile de Il Cibicida.