Home RECENSIONI Tennis – Swimmer

Tennis – Swimmer

Tennis: un nome che dice ancora troppo poco ai più, nonostante sia un progetto nato – presumibilmente per gioco – ormai ben dieci anni fa. Il quinto lavoro del duo indie pop di Denver, formato dai coniugi Patrick Riley e Alaina Moore, mostra dei piccoli passi avanti e l’intenzione di puntare finalmente a palchi più grandi, dopo aver preso parte al Coachella Festival nel 2017 e aver fatto da band di supporto nei tour di Spoon e The Shins.

Sebbene le sonorità leggere non facciano mai apparire i brani drammatici, le tematiche affrontate nei testi sono spesso di natura seria e riferite alle relazioni, all’avanzare dell’età, allo scorrere del tempo e a ciò che inevitabilmente può comportare. Il disco si apre con I’ll Haunt You, dominata dalla voce cristallina della Moore e dal suono di un pianoforte, e prosegue con i tre singoli che ne hanno preceduto l’uscita: la ritmata Need Your Love che non è una banale canzone d’amore, ma parla della dipendenza affettiva, How To Forgive e la più orecchiabile Runner, caratterizzata dall’uso preponderante dei synth.

A metà del percorso vi sono le ritmiche latin jazz caraibiche di Echoes, che rallentano subito dopo con la title track, uno dei brani più interessanti, quasi interamente basato sulla voce della frontwoman e sulle percussioni, per poi tornare nuovamente in Tender As A Tomb. La conclusione del disco è affidata alla leggera chitarra acustica di Late Night e a Matrimony II, proseguo della traccia contenuta in “Yours Conditionally” (2017) ma decisamente molto differente da essa, la quale riprende l’uso del piano come nel brano iniziale, quasi come a completamento di un percorso circolare.

Swimmer mette inmostra le buone potenzialità della band:equilibrato e dinamico, pur mantenendo quell’aura di ricercatezza e quel “taglio cinematografico” che da sempre contraddistingue i lavori del duo, risulta un po’ più fruibile rispetto ai suoi predecessori.

(2020, Mutually Detrimental)

01 I’ll Haunt You
02 Need Your Love
03 How To Forgive
04 Runner
05 Echoes
06 Swimmer
07 Tender As A Tomb
08 Late Night
09 Matrimony II

IN BREVE: 3,5/5

Martina Vetrugno
Studentessa di ingegneria informatica, musicofila, appassionata di arte, letteratura, scrittura e tante altre (davvero troppe) cose. Parla di musica su Il Cibicida, Indiementia e con chiunque incontri sulla sua strada o su un regionale (più o meno) veloce.