Hilary Woods – Colt

A cavallo tra la fine del vecchio e l’inizio del nuovo millennio c’era stata una band, gli irlandesi JJ72, che ebbe un discreto e meritato successo grazie soprattutto ai singoli estratti dall’omonimo esordio de...

Arctic Monkeys @ Mediolanum Forum, Milano (04/06/2018)

Per un verso o per l’altro, il disco del 2018 è già a metà anno “Tranquility Base Hotel & Casino”, ritorno degli Arctic Monkeys dopo un lustro che ha diviso fan e critica. Il piano che sostituisce quasi...

Mazzy Star – Still EP

A pensarci bene, è davvero incredibile come i Mazzy Star siano riusciti a mantenere sempre ben spessa l’aura mitologica che li circonda, nonostante da quando li si conosce la loro sia stata più un’assenza che u...

Smashing Pumpkins: 20 anni di Adore

Nel 1995 gli Smashing Pumpkins avevano pubblicato il mastodontico doppio album "Mellon Collie And The Infinite Sadness", una fatica immane tanto compositiva quanto promozionale, visto anche il lunghissimo e s...

Thom Yorke @ Fabrique, Milano (29/05/2018)

Al cospetto di una discografia come quella dei Radiohead, i lavori solisti di Thom Yorke, "The Eraser" (2006) e "Tomorrow's Modern Boxes" (2014), hanno rischiato troppo spesso di non ricevere i giusti ricon...

Vive La Void – S/T

Se avete ben presenti i territori in cui si muovono i Wooden Shjips e, soprattutto, quelli in cui invece operano i Moon Duo di Erik “Ripley” Johnson e Sanae Yamada, non ci impiegherete troppo a mettere in colon...

Chris, perché manchi così tanto?

Chi come il sottoscritto è nato a inizio anni '80, ha instaurato un rapporto ai limiti del religioso con il grunge e i suoi protagonisti. Un rapporto nato da adolescente con il movimento già nella sua fase te...

Slowdive: 25 anni di Souvlaki

Dopo tre EP che avevano ottenuto ottimi riscontri, nel Settembre del 1991 gli Slowdive esordivano sulla lunga distanza con "Just For A Day", giusto un paio di mesi prima che i My Bloody Valentine si rifacesse...

Beach House – 7

I gradi di “classico” i Beach House se li sono meritatamente guadagnati sul campo in uno scorcio temporale breve ma significativo, infarcendo la propria discografia dal 2006 a oggi di lavori impeccabili. E lo h...

Daniel Blumberg – Minus

Una serie di progetti inaugurati e conclusi nel giro di pochissimo tempo (tra cui i Cajun Dance Party e gli Yuck), espressione della bulimia artistica di un ragazzo alla spasmodica ricerca della propria dimensi...

Arctic Monkeys – Tranquility Base Hotel & Casino

Nel 2013 gli Arctic Monkeys avevano raggiunto con “AM” l’apice compositivo della loro dirompente carriera, coniugando alla perfezione la primordiale fonte d’ispirazione garage con l’indie rock del nuovo millenn...

Tinashe – Joyride

È indubbio che Tinashe abbia talento, ma è anche evidente un qualche problema nella ricerca di una propria dimensione. Ripetutamente rimandato e quindi attesissimo, Joyride manca il bersaglio grosso perdend...

Belly – Dove

L’attanagliante nostalgia per ciò che è stato riceve anno dopo anno, quantomeno in musica, pane per i suoi famelici denti. L’ultimo boccone in ordine di tempo lo servono gli americani Belly, finora immobili in ...

Pinkshinyultrablast – Miserable Miracles

Lo spettro dello shoegaze ha sempre avuto interpretazioni variegate, da quelle più rigide (leggasi chitarristiche) della scuola My Bloody Valentine a quelle più contaminate (leggasi sintetiche) della scuola Rid...

Dylan Carlson – Conquistador

L’annientamento dei nativi americani resterà per sempre una delle pagine più tristi della colonizzazione europea in America, impossibile da cancellare neanche passassero altri mille anni. “Meridiano di sangue”,...