Home Autori Articoli di Nicola Corsaro

Nicola Corsaro

176 ARTICOLI 0 Commenti
Reverendo Dudeista, collezionista ossessivo compulsivo, avvocato fallito, musicista fallito. Ha vissuto cento vite, nessuna delle quali interessante. Scrive per Il Cibicida da un numero imprecisato di anni che sarebbe precisato se solo sapesse contare.

Poppy – I Disagree

La vicenda artistico-commerciale di Poppy (nome d’arte di Moriah Rose Pereira) è una vicenda assai peculiare e contiene parole che portano con sé un carico di...

Beach Slang – The Deadbeat Bang Of Heartbreak City

È difficile raccontare la vicenda dei Replacements, gruppo indie rock quando il termine “indie” significava davvero qualcosa, band di culto che adesso in tanti citano ma...

Michael Kiwanuka – KIWANUKA

Quando il giovane Michael Kiwanuka esordì, venticinquenne, nel 2012 qualcuno lo bollò come l’ennesimo esponente del retro-soul: arrangiamenti saldamente ancorati al passato, voce reminiscente di Bill...

Kanye West – Jesus Is King

È ormai da più di un decennio che la carriera di Kanye Omari West è, più che la carriera di uno dei migliori e innovativi...

Julie’s Haircut – In The Silence Electric

Ci perdoneranno, speriamo, i Julie’s Haircut se li definiamo “maturi”; sono ormai sulle scene da venticinque anni, ma non è questione anagrafica. Per spiegarne...

Darkness – Easter Is Cancelled

“Does humor belong in music?”. Se lo chiedeva niente meno che Frank Zappa nell’ormai lontano 1986 ed è una domanda che, a distanza di...

Brittany Howard – Jaime

La cantante degli Alabama Shakes non è nuova ad excursus personali: prima con la band rock Thunderbitch e poi con i Bermuda Triangle (nel...

Daughters: fuori dagli schemi per concetto. Una conversazione con Alexis Marshall

È strano, quando scrivi di musica da una ventina d’anni, parlare con un personaggio come Alexis Marshall, voce e autore dei testi dei Daughters....

Velvet Negroni – Neon Brown

Le caratteristiche per fomentare l’hype ce le ha tutte: apre per Tame Impala, Kanye lo campiona, Bon Iver lo ospita, ha un nome stravagante...

Baroness – Gold & Grey

È sempre un’impresa titanica entrare nel mondo dei Baroness. O meglio, è titanica se consideriamo quello che è diventato l’ascolto musicale negli anni ’10:...

Blood Orange – Angel’s Pulse

Ne sono passati di anni da quanto Devonté Hynes era uno scavezzacollo in una band di folli. Quattordici, per l’esattezza; sembrano una vita e...

Lingua Ignota – Caligula

“Life is cruel / and time heals nothing”, grida Kristin Hayter in If The Poison Won't Take You My Dogs Will, rendendo chiaro all’ascoltatore...

The Black Keys – Let’s Rock

Tendenzialmente non è mai un buon segno quando una band, dopo qualche passo falso (beh, un passo falso: “Turn Blue” del 2014, che comunque...

The Stone Roses: 30 anni del self titled

“Facciamo qualche associazione di parole: ‘Revolver’? Innovativo. ‘Never Mind The Bollocks’? Anarchia. ‘The Stone Roses’? Ehm…”. Così si esprimeva l’ormai defunto Melody Maker (uno...

Lambchop – This (Is What I Wanted To Tell You)

Se diciannove anni fa, ai tempi del loro capolavoro intitolato col cognome di uno dei peggiori presidenti della storia della Repubblica Americana, qualcuno avesse...

Solange – When I Get Home

Una voce soave, accompagnata da un piano elettrico, canta “I grew up a little girl / With dreams”. Qualcosa, tuttavia, è inusuale. La parola...

The Claypool Lennon Delirium – South Of Reality

Il primo album di questo insolito duo, “Monolith Of Phobos” (2016), sembrava una di quelle estemporanee avventure alle quali Les Claypool ci ha abituati...

The André – Themagogia – Tradurre, Tradire, Trappare

Generalmente quando si parla di “fenomeno del web”, si parla di una cialtronata che avrà vita breve. Esempio: un tizio con la voce curiosamente...

Led Zeppelin: 50 anni del capitolo uno

Rarissime sono state le volte nella storia della musica nelle quali si è sentito un esordio sulle scene più fragoroso di Good Times, Bad...

David Bowie – Glastonbury 2000

I discografici sono una brutta razza. Una razza che generalmente quando un artista passa a miglior vita (vita probabilmente migliore perché non hai discografici...

Muse – Simulation Theory

Matthew Bellamy e i suoi sono tutto tranne che stupidi. Hanno capito da anni che il loro prendersi sul serio, il loro voler essere...

Kamasi Washington – Heaven And Earth

Mentre nel resto del mondo si discute dei meriti della trap e di quanto tempo abbia ancora da vivere l’indie, un faro luminoso si...

Bohemian Rhapsody: una occasione sprecata per raccontare davvero Freddie Mercury e i Queen

Quando qualcuno mi chiede qual è la prima cassetta che ho comprato, la risposta è semplice: Queen, “Greatest Hits II”, lo ricordo benissimo, appena...

Rolling Stones: 50 anni di Beggars Banquet

Il 1967 era stato l’annus horribilis dei Rolling Stones, tra arresti per droga, l’esperimento psichedelico fallito di “Their Satanic Majesties Request” (in seguito largamente...

Unknown Mortal Orchestra – IC-01 Hanoi

Se è vero che il leader degli Unknown Mortal Orchestra, il buon Ruban Nielson, è maniacale nella costruzione e arrangiamento di ogni pezzo, è...

Hip Pop: dalle strade alle classifiche, l’ascesa del genere nell’analisi di Luca Roncoroni

Come siamo arrivati qui? Come ha fatto una cultura nata per strada, nelle feste di quartiere della periferia di New York, a diventare il...

Greta Van Fleet – Anthem Of The Peaceful Army

Chi fa parte di una band e va alla ricerca di ingaggi saprà di certo che in questo momento chi propone inediti fa fatica...

Cloud Nothings – Last Building Burning

Sono anni ormai che si discute di una presunta morte del rock chitarristico, di come le proposte più musicalmente interessanti siano da ricercarsi altrove,...

White Denim – Performance

È abbastanza chiaro che con i “salvatori del rock ‘n’ roll” ci siamo un po’ tutti rotti i cabbasisi; i nuovi Led Zeppelin, i...

Justice – Woman Worldwide

Se la scena dance francese ha ormai da molti anni i suoi guru nel navigato duo dei Daft Punk, per i quali ogni uscita...