TOY – Happy In The Hollow

Grazie al loro omonimo esordio sulla lunga distanza, nel 2012 gli inglesi TOY si erano rivelati una delle più interessanti riproposizioni di quel pastone fatto di shoegaze, psichedelia, dream pop e kraut che an...

Gomma – Sacrosanto

L’appiattimento che da qualche anno a questa parte ha colpito la musica italiana cantata in italiano, specie quella più fresca (ché quella meno fresca era già piatta da prima), ha avuto e continua ad avere un d...

Swervedriver – Future Ruins

La nuova ondata shoegaze che si è abbattuta sui nostri ascolti nell’ultima decina d’anni, ha avuto come – apprezzatissima, va da sé – conseguenza che i protagonisti originari di quell’epopea britannica si rifac...

Skunk Anansie – 25LIVE@25

Chiusi gli anni ’90 con tre album che, piaccia o meno, hanno ottenuto meritati riscontri positivi (“Paranoid & Sunburnt” del ’95, “Stoosh” del ’96 e “Post Orgasmic Chill” del ’99), gli Skunk Anansie post re...

Mono – Nowhere Now Here

Sono passati ormai davvero tanti anni da quando qualcuno coniò per la prima volta la definizione “post rock” per identificare la destrutturazione della canonica forma canzone rock, la netta (laddove non totale)...

Afterhours – Noi siamo Afterhours

Neanche il più scafato dei narratori sarebbe riuscito a sintetizzare trent’anni di vita di un uomo avendo a disposizione una sola serata per farlo. Figuriamoci se quell’uomo è Manuel Agnelli, se la storia da ra...

Mark Lanegan: 25 anni di Whiskey For The Holy Ghost

Quando ancora il grunge non aveva esondato dagli argini di Seattle, Mark Lanegan aveva già esordito da solista trovando una via di fuga − e una personale proiezione futura − dalle tensioni della sua band, gli...

James Blake – Assume Form

In questi anni ’10 del nuovo millennio che stanno volgendo al termine, James Blake ha interpretato sempre più la parte del leone, fagocitando attenzioni e lasciando come se nulla fosse che una miriade di epigon...

ROCKABOLARIO: Marilyn Manson

Personificazione del male per alcuni, profeta per moltissimi altri. Questo è Brian Warner, provocatore per eccellenza, figlio delle contraddizioni dei tempi moderni, incarnazione dei vizi della tutt’altro che...

John Garcia – John Garcia And The Band Of Gold

Ci sono artisti che, nonostante ci provino e riprovino a oltranza per anni, lustri, decenni, non riescono proprio a ripulirsi dalla coltre di eredità pesanti come la pietra lavica. John Garcia, ad esempio, si p...

Esben And The Witch – Nowhere

Dalle sonorità trasognate del debutto “Violet Cries” (2011) a oggi gli Esben And The Witch di strada ne hanno fatta parecchia, cercando sempre di non ripetersi ed evidenziando a ogni nuova uscita un’ulteriore m...

Ex:Re – S/T

Con appena due album, “If You Leave” (2013) e “Not To Disappear” (2016), gli inglesi Daughter sono riusciti a dare vita al loro piccolo e riconoscibilissimo pianeta indie folk, divenendo in breve una delle – se...

Bauhaus – The Bela Session

Fa un po’ specie pensare che quella pietra miliare che risponde al nome di Bela Lugosi’s Dead l’avevamo ascoltata finora solo in versione live, ovvero quella finita sulle varie raccolte che negli anni hanno rac...

Peter Murphy @ Fabrique, Milano (22/11/2018)

Proprio oggi è uscito ufficialmente "The Bela Session", la testimonianza delle primissime registrazioni effettuate dai Bauhaus nel Gennaio 1979, appena poche settimane dopo la formazione della band. In prat...