RECENSIONI

David Bowie – No Plan EP

“I’ve got a handful of songs to sing / To sting your soul / To fuck you over” canta David, e oggi più che mai è difficile distinguere l’attore navigat...

LP – Lost On You

Passassero pure altri duecento anni, siamo certi che resterebbe in ogni caso complicato comprendere appieno le ragioni del successo, di un successo. A...

The Doors – London Fog 1966

Pensato come un’anteprima delle celebrazioni per il cinquantennale della band, questo London Fog 1966 è la più antica registrazione dal vivo della leg...

Brian Eno – Reflection

Pochi musicisti hanno dato un senso così profondo alla definizione di “avanguardia” come Brian Eno, artista talmente e costantemente “avanti” da risul...

PÆRISH – Semi Finalists

Dopo qualche singolo pubblicato nel corso degli ultimi anni, i francesi PÆRISH debuttano finalmente con il loro primo lavoro sulla lunga distanza....

Alicia Keys – Here

È una buona sperimentazione sonora, questo Here, in cui la Keys non si preoccupa troppo di creare hit radio friendly. I pezzi forti del disco sono...

Francesco Di Bella – Nuova Gianturco

Anno fortunato per la musica italiana: tra i tanti esempi virtuosi ricordiamo due Francesco – Motta e Di Bella – che hanno chiuso l’esperienza con le ...

Soviet Soviet – Endless

La storiella del secondo album che è sempre il più difficile nella carriera di un artista sarà anche un abusato refrain, ma in alcuni casi è più che v...

Omosumo – S/T

La peculiarità dei palermitani Omosumo si era rivelata essere, nell’esordio “Surfin’ Gaza” del 2014, la capacità di mettere insieme la strumentazione ...

Common – Black America Again

Common vanta una discografia mantenutasi sempre su livelli d’eccellenza lungo un quarto di secolo. Una carriera costellata da dieci album, in cui al p...

Esben And The Witch – Older Terrors

La scelta più facile che avrebbero potuto fare gli Esben And The Witch, all’indomani dell’esordio, era di proseguire nel solco segnato con “Violet Cri...

Rolling Stones – Blue & Lonesome

Sembra assurdo a dirsi adesso, ma a metà anni ‘80, complici album mediocri (“Undercover” e “Dirty Work”, che in realtà definire “mediocre” è una gross...